I miei valori

Ho fiducia nell’essere umano e nella sua capacità trasformativa, comunque volta al miglioramento del benessere esistenziale individuale e della collettività di cui si sente parte. Da questo presupposto scaturiscono i valori che supportano la scelta del mio stile professionale, attento all’individuo, al gruppo oltre che al committente .

I Magnifici sette

Tra i tanti valori che mi passano per la mente e il cuore, ho scelto di illustrare i sette che per me sono imprescindibili: son quelli che mi guidano, mi fanno procedere nel mio lavoro mantenendo una certa coerenza di stile, pur nella necessaria dinamicità della vita. Li presento in ordine di “ingresso”, ossia dal momento che entro in contatto con il committente, alla definizione degli obiettivi, al rapporto con le persone coinvolte con consulenze individuali e/o di formazione in gruppo.

  1. Etica: per me è una necessità condividere con il cliente la “concezione del mondo”. Pertanto lavoro per organizzazioni che ritengono valori: l’onestà, la valorizzazione delle risorse umane, il rispetto delle persone e dell’ambiente.
  2. Professionalità: più di quindici anni di esperienze in progettazione, formazione e consulenze , e ancora studio e aggiornamento professionale costante sono componenti essenziali per svolgere il mio lavoro con serietà e tranquillità.
  3. Trasparenza: come consulente e formatore ho un ruolo con confini e responsabilità precisi, che chiarisco con i miei diversi interlocutori. Concordo con la committenza e illustro ai destinatari dei miei interventi gli obiettivi, i contenuti delle diverse fasi, i programmi e le scelte metodologiche.
  4. Senso pratico: ogni intervento nasce e si sviluppa per aiutare in concreto sia i partecipanti che l’organizzazione nel conseguimento degli obiettivi concordati. La mia presenza facilita la presa in carico delle responsabilità da parte di ciascuno secondo il proprio ruolo, al fine di ottenere miglioramenti nella qualità del lavoro (relazioni e produzione) oggetto dell’intervento.
  5. Accoglienza: le persone hanno bisogno di essere ascoltate, comprese nei loro portati personali e di esperienza. Nel mio lavoro accolgo ogni punto di vista, mantenendo una posizione di imparzialità volta a mediare eventuali conflitti e a contenere possibili irruenze.
  6. Riservatezza: discrezione e rispetto dei vissuti e delle idee di ciascuno, in modo che le persone coinvolte si sentano libere di esprimere sentimenti, emozioni e riflessioni che saranno valorizzati nella ricerca di soluzioni migliorative per il bene comune senza “tradire” la fiducia e la segretezza del racconto individuale.
  7. Mutamento: il cambiamento interiore è un movimento da stimolare perché indirizzi modifiche nei pensieri, nei modi e dunque nei risultati del lavoro, coerentemente per il bene delle persone e dell’organizzazione tutta.

Contatti

Per contattarmi potete scrivermi. Io rispondo a tutte, ma proprio a tutte le mail che ricevo per lavoro.

Il form a destra è la forma più semplice ed immediata. Compilatelo, Grazie!

 

7 + 8 =