Testimonianze dei partecipanti

In questa sezione ho raccolto alcune testimonianze  di quanti hanno partecipato a diversi  corsi da me progettati e condotti. Di seguito potete leggere brevi testi di dirigenti, quadri intermedi ed esecutivi operanti in ambito produttivo, amministrativo e sociale, in modo da avere un’idea delle possibili ricadute di questi interventi formativi per diversi ruoli e contesti.

Alcune testimonianze sono state raccolte a fine corso,altre dopo qualche settimana per valutare la tenuta dei risultati nel tempo sia per i singoli che per l’ambiente di lavoro. Sono tutti stati scritti in anonimato, per favorire la libertà di espressione di ciascuno.

 

Coordinatrice  di cooperativa sociale 

Iniziare questo percorso non è stato così semplice: si trattava di mettersi in gioco in prima persona con degli aspetti del proprio carattere che spesso per timidezza cerco di tenere distanti dagli altri. Il tipo di lavoro che svolgo non è sempre a stretto contatto con gli altri operatori e questo corso mi ha fatto notare molti aspetti che spesso si danno per scontati  sulla dinamica dei rapporti interpersonali, riflettendo sul fatto che molto spesso lo sviluppo o meno di progetti lavorativi e la riuscita di questi è strettamente collegata al grado di comunicazione che si instaura in un gruppo di lavoro. Sicuramente da quando ho cominciato questo corso sono stata molto più sensibile e ricettiva nei confronti di ciò che mi arrivava dagli altri ed ho cercato in maniera concreta di mettere in atto le indicazioni che agevolassero anche la mia comunicazione ed il mio  rapportarmi agli altri. Forse questa esperienza ci ha stimolati ad essere meno impulsivi nell’affrontarci e ad essere più consapevoli delle persone che ci troviamo di fronte. Spesso durante questo percorso mi sono messa in discussione ed ho cercato di capire quali fossero gli aspetti di me che potevano ostacolare o favorire un clima sereno e produttivo nell’ambiente di lavoro.

 

Posizione organizzativa di Amministrazione Comunale

I miei sette punti  (cosa ho capito, imparato; dove voglio impegnarmi …)

  1. E’ necessario un maggior coinvolgimento nelle decisioni organizzative .
  2. Bisogna incrementare la propria volontà di collaborazione.
  3. Non perdere mai di vista l’obiettivo che bisogna raggiungere introducendo novità organizzative.
  4. E’ necessario che ognuno di noi si senta una parte importante dell’ente.
  5. Voglio maggiormente impegnarmi nel proporre soluzioni organizzative.
  6. Ho sicuramente focalizzato con maggior precisione comportamenti sul luogo di lavoro che vanno evitati  ed altri che vanno incoraggiati.
  7. Sono convinto ancora di più che c’è bisogno sempre di più di maggiore informazione.

 

Operatore sociale  di Amm. Provinciale

In concreto, sono molto più vigile sul mio modo di comunicare, ponendo attenzione a non disconfermare,  anche involontariamente, il mio interlocutore. In ogni modo il lavoro che si fa in questo corso mi aiuta ad essere più autosufficiente in ogni mio comportamento. Questo aiuta ad instaurare un clima più sereno.  Con le colleghe della sede centrale e con le altre delle strutture territoriali si è instaurato un clima di complicità, ci si conosce meglio e quindi si collabora in maniera migliore.

 

Delegato sindacale

Questo corso è stato una bella esperienza che mi ha permesso di capire qualcosa in più su di me e sugli altri. Ho capito la complessità del “comunicare” che non è una cosa semplice e naturale come invece si pensa. Ho imparato che per farmi ascoltare è necessario per prima cosa ascoltare gli altri. La cosa che mi ha colpito subito durante la prima lezione è che quando hai una persona davanti devi pensare che qualsiasi cosa dica, come la dice, come si pone verso di te con gli altri, è comunque legata a “una sua storia”. Penso che di queste due giornate rimarrà certamente qualcosa che d’ora in avanti mi farà riflettere prima di agire.

 

Capo reparto azienda manifatturiera

Principalmente ho attuato e migliorato la collaborazione tra me e i responsabili di turno, portandoli a conoscenza dei miei progetti di gestione del reparto e di quelli aziendali. Con i responsabili degli altri reparti affronto i problemi di produzione cercando soluzioni per produrre senza causare inutili fermi in macchina. Nel mio modo di lavorare in riferimento agli impegni presi a giugno, è cambiato il modo di affrontare conflitti tra operatori e capi turno e tra me e capi turno. Cerco di insegnare il più possibile e se possibile do più autonomia nel gestire vari lavori ai responsabili e agli operatori chiedendo a loro qualche suggerimento.

 

 

Operaio azienda chimica

Rispetto ai colleghi del mio reparto cerco di prendermela meno e capire il perché mi è stata detta quella cosa… a volte lascio scivolare le provocazioni: accetto a fatica le persone con cui non ho un buon rapporto, ma cerco di tenermi dentro quello che magari d’istinto vorrei dire. Rispetto agli altri colleghi ho lo stesso rapporto di prima, però cerco di non prendermela con loro per la produzione perché ho capito che a volte è un problema di stampo. Rispetto al mio capo sono “rompiscatole” come prima, però cerco di evitare di essere aggressivo quando gli dico le cose e di non contraccambiare di botto e riflettere prima di rispondere. Il mio modo di lavorare è uguale però cerco di essere più veloce e meno pignolo e di cercare di lasciare meno casino.

 

Volontaria attiva nel Sindacato Pensionati CGIL

Tutto quello che posso dire o scrivere , non potrà mai trasmettere i 5 giorni passati insieme  nel corso fatto dallo SPI -CGIL: sono stati veramente molto , molto costruttivi , spero che si possa continuare su questa strada di crescita.
Ho scoperto dentro di me delle potenzialità che non credevo di possedere.
GRAZIE ISABELLA x tutto quello che hai dato a me ! un caro saluto e buon lavoro.

 

 

 

Contatti

Per contattarmi potete scrivermi. Io rispondo a tutte, ma proprio a tutte le mail che ricevo per lavoro.

Il form a destra è la forma più semplice ed immediata. Compilatelo, Grazie!

 

14 + 11 =